Background Image
Diakofti

Il monastero di Agia Moni si trova nella zona orientale di Citera, sulla catena montuosa sopra Diakofti. Esiste da molto tempo come piccolo sacro “proskinitari” (leggio su cui veniva esposta l’icona all’adorazione) nel nome della madonna e venne chiamato Agia Moni, perché lontano e isolato. Il 23 settembre 1767 un pastore, di nome Viaros, trovò dentro una tenda, un’icona a due facce della Madonna con scritto “Credi sempre a Moni” e di Agios Georgios (San Giorgio). Nella zona era caduto un fulmine che aveva distrutto tutto tranne l’icona. Il vescovo di Citera, Nikiforos Mormoris, visitò il luogo e vide i ruderi della piccola chiesa e delle celle e, insieme alla commissione e ai sacerdoti, decise di ricostruire il monastero. Nel 1803 Theodoros Kolokotronis si rifugiò a Citera, dove aveva rapporti amichevoli con la famiglia Alvanaki.

Nelle sue memorie, il Vecchio di Moria scrisse: “Una volta, andai alla festa di Santa Moni. Questo monastero era grande e venne rovinato con la prima invasione turca. Quando passai, la chiesa era diventata un ovile, ed era coperta da rami di alberi. Allora promisi: «Madonna mia, aiutaci a liberare la nostra patria dal tiranno e ti ricostruirò come sei sempre stata (1803)». Mi aiutò e, nel secondo anno di rivoluzione, mantenni la promessa e la ricostruì”.

Nel XIX secolo vennero effettuati dei lavori di restauro e ampliamento del monastero. La fabbricazione del magnifico campanile ebbe inizio nel 1848. L’architettura della chiesa è di una basilica a navata singola. La sua facciata è impressionante. Nello spazio circostante ammirate il panorama verso Diakofti e Kabo Malea a nord, mentre dall’altra parte della chiesa potete scrutare tutte le coste orientali dell’isola, con il campo di Paleopoli e il paese di Avlemona. Nel monastero si segue l’usanza del Decapentismos, durante il quale i credenti pernottano nelle celle dall’1 agosto fino alla festa della Dormizione della Vergine, il 15 agosto e seguono quotidianamente il programma e la celebrazione della Santa Messa. Santa Moni si festeggia il 6 agosto.

1 Review
  • "So worth the time"

    We drove up the mountain to be greeted by a family of goats taking in the view over Diakofti. There is ample space to roam and sit and contemplate. The gentleman – and there is really no other word to describe him – greeted us warmly and spent time sharing his respect of Agia Moni with our family of 5. Supremely well maintained, it was a lovely afternoon well spent.
    Going back this year!
    Castrisos Family

Post a Comment

Write a Review

Αγία Μόνη, Νήσοι, Ελλάδα

Get Directions
Shares
WordPress Themes

18 − otto =

Password reset link will be sent to your email

0

Accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Οι ρυθμίσεις των cookies σε αυτή την ιστοσελίδα έχουν οριστεί σε "αποδοχή cookies" για να σας δώσουμε την καλύτερη δυνατή εμπειρία περιήγησης. Εάν συνεχίσετε να χρησιμοποιείτε αυτή την ιστοσελίδα χωρίς να αλλάξετε τις ρυθμίσεις των cookies σας ή κάνετε κλικ στο κουμπί "Κλείσιμο" παρακάτω τότε συναινείτε σε αυτό.

Κλείσιμο